Teatro incontro logo alt

Main Menu
Home
Chi siamo
Contattaci
Dove siamo
Cartellone
Rassegne
Storia e Produzioni
Corso di teatro
Stage e Laboratori
La Compagnia
Links
Recensioni
Mappa del sito
Newsletter
Calendario
< Gennaio 2020 >
Lu Ma Me Gi Ve Do Do
30 31 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 1 2
 
La cantatrice calva

di Eugène Ionesco
regia di Simonetta Feresin

ImagePersonaggi                            Interpreti
Speaker                                 Simonetta FERESIN
Pendola                                  Annamaria DE VAL
Signora Smith                        Donatella PROSPERI
Signor Smith                           Andrea SALVO
Mary, la cameriera                  Sara SAKSIDA
Signora Martin                         Alessia COZZI
Signor Martin                           Daniele FLEGO
Il capitano dei pompieri            Andrea BENFENATI
scene, costumi e musiche a cura del gruppo
collaborazione tecnica luci:     Sandro ROSSIT
collaborazione trucco:             Silvia GERZELI
Giochi di parole, di rime, di assonanze, di luoghi comuni; questo recitano i personaggi di questa splendida quanto amara “anti-commedia”, scritta da Eugène Ionesco nel 1950.
I personaggi rappresentano un tipo di umanità doppia, ipocrita, diffidente, che è impegnata a recitare una parte ingannando per prima se stessa.
Attraverso la sua forma comica con cui attira il pubblico, questa pièces riesce a trasmettere una forza più sottile e drammatica che porta con sé una riflessione più profonda.
”Quante sono le domande scomode a cui non sappiamo dare risposte?”
“Quante volte reagiamo a ciò che non conosciamo, rifugiandoci nell’uso di un rituale che nasconde le nostre ansie e paure?”
Teatro Incontro vi offre un momento di svago e di riflessione attraverso questi attori, che con i loro personaggi concludono il percorso di allievi dando un’ottima prova di teatro. (Simonetta Feresin)


Recensioni;

Il Piccolo – Trieste - 30/05/07
Ionesco rivisitato - da giovani interpreti
TRIESTE A conclusione del corso biennale di recitazione, i giovani allievi del Teatro Incontro hanno messo in scena al Silvio Pellico «La cantatrice calva» di Ionesco per la regia di Simonetta Feresin.
Definita dal suo stesso autore «anticommedia» è un testo rappresentativo , del «teatro dell'assurdo» in cui il linguaggio esprime tutti i luoghi comuni e i nonsense della vita quotidiana che portano alla più completa incomunicabilità. In un susseguirsi di situazioni apparentemente comiche si svelano a poco a poco l'ipocrisia, il conformismo, la vuotezza della società borghese. I dialoghi stucchevoli, i giochi, gli inganni verbali s'impadroniscono sempre più dei personaggi fmchè il linguaggio non diventa altro che un susseguirsi di suoni disarticolati, si sgretola, si dissolve. Ma tutto ricomincia da capo.
La sceneggiatura sobria, essenziale ha messo a tutto tondo la recitazione consapevolmente lucida degli attori, tutti molto efficaci nella loro funzione di allucinati manichini borghesi. Con l'aggiunta di due personaggi ai tradizionali sei si è voluto dar corpo alle didascalie, che sono fondamentali nel testo, rendendo così forse più esplicito al pubblico il suo messaggio. Ne è uscito uno spettacolo avvincente, una solida prova del serio lavoro teatrale compiuto da questi giovani nei confronti di un'opera così impegnativa. «La cantatrice calva», accolta freddamente agli inizi, fu ripresa a Parigi nel 1957 e da allora prosegue ininterrottamente le sue repliche nello storico Thétre de la Huchette.(Liliana Bamboschek)

Rappresentazioni e Repliche;

26 e 27 maggio 2007 - Trieste -  al Teatro Silvio Pellico
6  ottobre 2007 - Trieste - al Teatro Silvio Pellico per la rassegna Teatro a Tema III edizione.



 
Copyright © 2006 - 2020 Teatro Incontro - P.IVA: 01070630320

BI@Work